Marketing turisticoOTA - Online Travel AgenciesParity RateScontro hotel OTASvantaggi OTAVantaggi OTAWeb marketing turistico

Motivi di scontro tra OTA e HOTEL

OTA vs. Hotel, uno scontro che vede le Agenzie online e gli alberghi protagonisti. Quali sono le ragioni?

In questi giorni è stato pubblicato un articolo su la Repubblica. Alessandro Nucara, direttore generale di Federalberghi descriveva la situazione come un rapporto in crisi.

Durante una discussion su Linkedin si sono evidenziati molti contrari e anche alcuni favorevoli alle opinioni manifestate nell’articolo sopra.

Ma cerchiamo di spiegare le cause di questo malcontento, credo di averle riassunte a grandi linee, ma ovviamente ognuno avrà quelle con cui è d’accordo e quelle in cui sarà in disaccordo, in ogni caso credo che ce ne sia per tutti i gusti:

Cause dello scontro tra OTA e Hotel

  • Commissioni importanti calcolate al lordo IVA in crescendo
    • (siamo partiti con 8% di Venere.com nei momenti di gloria e siamo arivati al 25-30% con i maggiori)
  • Allotment % rispetto al numero di stanze in crescendo
    • (all’inizio erano poche ora ne richiedono di più)
  • Release a 0 giorni
    • (crea problemi con la chiusura in determinate situazioni)
  • Release spalmato su più tipologie tariffarie (vedi sopra)
  • Parità tariffaria con qualsiasi altro canale
    • (anche con il voice/diretto)
  • last room available
    • (vogliono l’ultima stanza libera)
  • pubblicità ppc con il nome dell’hotel rubando clienti interessati alla struttura
    • (clienti scrivono “hotel rossi” e compaiono loro che ti rimandano al portale e a tutti gli hotel della località)
  • problemi costanti con le carte di credito
    • (non effettuano controlli su cc)
  • cancellation policy per le prenotazioni fatte sotto data (il giorno prima) assurda
  • acquisizione di quote di mercato sempre maggiori, ciò comporta:
    • sudditanza psicologica degli hotel
    • se un giorno i portali volessero chiedere una commissione più alta l’hotel non avrebbe scelta
    • arroganza nei modi di trattare con gli hotel
  • i bonifici a fine mese che gli hotel pagano in commissioni sono diventati enormi come mai erano stati, senza che i ricavi per l’hotel siano aumentati –
    • essenzialmente i portali hanno spostato verso di loro i flussi, non ne hanno creati di nuovi
    • in pratica si tratta di una specie di socio
  • agli alberghi in genere non piacciono i commenti che i clienti lasciano sui portali, soprattutto dove non c’è possibilità di replica
    • capita che alcuni clienti usino la recensione come ricatto per l’utilizzo di servizi o sconti vari
  • impossibile non esserci, è come voler andare da milano a roma senza usare l’autostrada, si può ma è davvero dura

Ma dall’altro lato della medaglia i vantaggi sono importanti allo stesso modo:

  • visibilità assoluta su web a costo iniziale pari a zero
  • facilità di utilizzo della loro piattaforma
  • app per smartphone formidabili

Ovviamente questi aspetti sono determinanti e hanno un valore commerciale importante.

Queste sono le riflessioni raccolte qua e la, sottolineo come stia soltanto evidenziando gli aspetti discussi e sottolineo come il sottoscritto sia assolutamente favorevole all’utilizzo dello strumento.

Saluti

PS. Se ci sono errori o case mancati non esitate a segnalarle.

Leggi tutto

Edoardo Caldari

Esperto di Revenue Management in generale, con una grande passione per la creazione di algoritmi di Revenue Management e di Forecasting. Laureato in economia e specializzato in Economia per il turismo alla Cà Foscari di Venezia con 110 con lode. CEO di HotelPro360 un'azienda innovativa per aiutare le piccole aziende turistiche ad ottenere il massimo delle performance.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Ti interessa il Revenue Management?

Rimani al passo delle ultime novità del settore

Solo contenuti di Qualità 100% Garantito, anch'io odio lo SPAM!!

ISCRIVITI
Close