Revenue Management

Modelli di ottimizzazione del Revenue – Metodo Bid Price

Uno dei limiti principali del modello di  programmazione lineare  che abbiamo già analizzato era quello di considerare la domanda in modo deterministico. Il che è una semplificazione che possiamo tutti considerare inaccettabile. Consideriamo anche che il settore alberghiero è caratterizzato da fenomeni quali no-show e cancellazioni, il modello espresso in precedenza evidentemente li trascurava completamente. Vediamo ora un modellino che supera alcuni di questi inconvenienti:

Dove i è la tariffa,x_i è il numero di camere da assegnare alla i-esima tariffa,d_i è la domanda attesa per la tariffa i-esima, r_i è il ricavo unitario derivante dalla vendita di una camera alla tariffa i, p_i è la probabilità di no-show relativa alla tariffa i-esima, C è il numero totale delle camere dell’hotel, o il numero di camere offerte in overbooking.

Questo modello come il precedente ci dice quante camere vedere ad ogni determinata tariffa. Insieme a questo però si determinano i prezzi ombra legati a ciascun vincolo, ossia i ricavi incrementali della funzione obiettivo che si ottengono aumentando di un’unità l’offerta di camere. Il Revenue manager accetterà quindi la prenotazione solo se il ricavo marginale (prezzo ombra) sarà superiore o uguale al ricavo che si rinuncia togliendo la camera prenotata dalla disponibilità totale.

Il Revenue manager accetterà solo le prenotazioni che avranno un r_i maggiore o uguale al prezzo ombra. Se sono presenti più classi tariffarie questo significa che saranno aperte tutte le classi tariffarie superori al prezzo ombra e chiuse tutte quelle inferiori.

Tags
Show More

Edoardo Caldari

Esperto di Revenue Management in generale, con una grande passione per la creazione di algoritmi di Revenue Management e di Forecasting. Laureato in economia e specializzato in Economia per il turismo alla Cà Foscari di Venezia con 110 con lode. CEO di HotelPro360 un'azienda innovativa per aiutare le piccole aziende turistiche ad ottenere il massimo delle performance.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *