lunedì , 29 maggio 2017
Breaking News
Home » Revenue Management » Booking.com, spiegazione algoritmo visibilità. Esempio pratico
Algoritmo-booking

Booking.com, spiegazione algoritmo visibilità. Esempio pratico

Algoritmo visibilità Booking.com, esempio pratico dell’importanza (poca) del ranking per avere visibilità

Esempio pratico del funzionamento dell’algoritmo visibilità Booking.com

Credo che la maggior parte delle strutture ricettive italiane stia collaborando con Booking.com. Quindi tutti sono più o meno interessati a conoscere i meccanismi interni della classifica di questa OTA (dell’algoritmo Booking.com). Come si diceva “Conosci il nemico, conosci te stesso, mai sarà in dubbio il risultato di 100 battaglie”, qui non c’è nessun nemico intendiamoci, ma è sempre valido il concetto!

Oggi ti voglio spiegare quanto NON sia fondamentale il ranking “puro” di Booking.com per la visibilità

Cos’è il Ranking puro di Booking.com?

Quello che si vede premendo su “Property Info” e poi su “Ranking”.

algoritmo booking.com
click per ingrandire

Perché il ranking di booking.com non è tutto in termini di visibilità?

Per spiegarti perchè il ranking non è tutto per ottenere maggiore visibilità e maggiori prenotazioni, ti faccio un esempio pratico di alcune strutture nostre clienti. Per ragioni di privacy non potrò dire la piazza su cui operano ne i nomi delle stesse ma questo in realtà non è importante poiché lo stesso risultato lo stiamo verificando anche su altri clienti in altre zone.

Maggiore Ranking = Maggiori visite??

Falso!

Il concetto che voglio confutare è che maggiore sia il ranking maggiori siano le visite e di conseguenza maggiori le prenotazioni.

Esempio pratico

Per dimostrare questa affermazione ti porto come esempio due strutture similari della stessa categoria, sulla stessa piazza, con gli stessi servizi e a pochi metri l’una dall’altra (non nello stesso quartiere di booking purtroppo, ma il quartiere “migliore” è quella della struttura “high” che vedremo tra pochissimo)

La struttura con il ranking più alto (molto alto) è classificata al posto n°10 su una piazza prettamente turistica e competitiva del centro italia. La chiameremo “high“, per indicare che sta in alto.

ranking-HI
click per ingrandire

La struttura con il ranking più basso (sempre ottimo) è classificata al posto n°25 sulla stessa piazza che si diceva. La chiameremo “low” per indicare che sta in basso

ranking-LOW
click per ingrandire

Quale avrà più visite?

Bene, tutti vi aspetterete che la struttura high abbia più visite della struttura low, giusto? Ovviamente non è così.. (beh se no non avrei scritto il post!)

Ok, quindi?

Quindi ti stai chiedendo cosa influisce sulla visibilità?

Sono i FILTRI!  sono i filtri per filtrare la ricerca della sistemazione. Questo post evidenzia come l’utilizzo dei filtri permetta di bypassare il Ranking puro di questa OTA.

Filtri
click per ingrandire

Immagino che sia curioso di sapere di quanto sono più alte le visite della struttura LOW rispetto a quella high?

Esattamente del +46,5447 %

E Perché succede questo secondo te?

I motivi possono essere molti e i più disparati (spesso è una strategia di Revenue Management efficace contro una poco efficace), in questo caso, pur avendo una strategia di Revenue ottimizzata in entrambe le strutture, è grazie al punteggio di reputazione della struttura LOW molto molto alta. 9,7 di gradimento contro il 8,7 della struttura high, ha determinato questa netta differenza di visualizzazioni.

Se l’articolo ti è piaciuto e non vuoi perdertene neppure uno, commenta qui sotto o iscriviti alla newsletter e riceverai in anteprima tutti i miei articoli! No SPAM garantito 😉

 

Check Also

Overbooking esempio pratico e calcolo

Overbooking, tasso di cancellazione e OTA Ecco perché è necessario fare overbooking. La mia opinione …

8 comments

  1. Bell’articolo!
    Ma quindi se volessi migliorare il mio ranking su cosa dovrei puntare?
    Grazie

    • Mi piacere che ti sia piaciuto! E bella domanda ;)!!
      I fattori che influiscono sul posizionamento sono molteplici.
      Tra l’altro sto preparando un nuovo articolo per spiegare nel dettaglio. Ma ti posso anticipare che sicuramente la conversione è uno dei principali. Ma non da sola, bisogna accompagnare la conversione con la tariffa di vendita, le cancellazioni e lo storico.
      Iscriviti alla news letter così appena sarà online il nuovo articolo ti verrà recapitato direttamente sulla tua mail!

      Gli iscritti alla newsletter sono sempre i primi a leggere gli articoli!
      A presto!

  2. Fiorenza Mirella Dello Russo

    E’ FANTASTICO CHE TU DIA LA POSSIBILITA’ A CHI VOGLIA DI FORMARSI ON LINE IN MANIERA GRATUITA.
    LO TROVO ETICO!!!
    E’BELLO CHE SIA COSI
    VOLEVO COMPLIMENTARMI CON TE PUBBLICAMENTE

  3. Bell’articolo complimenti…
    Come mi iscrivo alle vostre newsletter?
    O se comunque vale da qui chiedo l’iscrizione alle vostre newsletter

  4. Bell’articolo! Io sono nuovissima del settore, ho studiato tutt’altro e adesso mi trovo ad aiutare i miei suoceri nella gestione di un bell’agriturismo, che però non va!
    Non viene assolutamente attuata una strategia di revenue management e la gestione dei prezzi è sempre al ribasso, col rischio di una svalutazione eccessiva agli occhi dei turisti.
    Da dove dovrei iniziare?
    Grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *